Un biglietto scritto dal tranviere indirizzato a Jessica lo incastra . Ecco quale.

Lo scrive il gip Anna Calabi nell’ordinanza con cui ha convalidato il fermo e disposto il carcere per il tranviere accusato dell’omicidio.

Nel provvedimento si legge inoltre che il tranviere, accusato dell’omicidio della giovane, ha provato anche a sbarazzarsi, senza riuscirci, di «oggetti ero..tici» contenuti in due plichi a lui indirizzati.

Dvd di cartoni animati, maschere e frustini facevano parte delle fantasie dell’uomo. ↓

«Ciao bimba sai che tvb. E ci tengo un casino a te!». C’è un biglietto scritto a penna da Alessandro Garlaschi, e ritrovato sul comodino della camera da letto dell’appartamento di via Brioschi.

Quando chiese l’intervento dei militari, scrive il giudice, la giovane «aveva riferito ai carabinieri di volere lasciare la casa.

Sia perché quella sera mentre riposava il Garlaschi le aveva accarezzato il braccio spaventandola, sia per il rapporto ambiguo che l’uomo aveva con la sorella, a riscontro del fatto che Garlaschi (?) aveva presentato a Jessica quella che in realtà era la propria moglie». ↓

loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.