Durante un convegno tra capi di governo… (Barzelletta)

Durante un convegno tra capi di governo, organizzato in una sperduta localita’ dell’America Latina, dopo la sessione di lavoro giornaliera viene organizzata un’attivita’ ricreativa per cementare lo spirito di gruppo.

Si tratta di una specie di caccia al tesoro e a tal fine vengono sorteggiate delle squadre di tre persone.

Berlusconi finisce in gruppo con il premier Turco e quello Indiano.

I tre partono tutti gasati, Berlusconi, certo di riuscire vincitore, prende il comando della squadra e per un po’ le cose vanno a meraviglia.

Purtroppo durante l’ultima tappa di ricerca qualcosa va storto e i tre si perdono.

Visto che l’ora e’ ormai tarda e i tre non hanno la piu’ pallida idea di dove si trovino, alla vista di una casa Berlusconi dice:

“mi consentano, io direi di andare a dormire, con la mente riposata sono sicuro che ritroveremo subito la strada”.

Gli altri due si dicono d’accordo e i tre bussano alla porta.

Apre un contadino che li invita ad entrare ma la conversazione e’ molto difficile perche’ riescono a capirsi con qualche parola di spagnolo e a gesti, alla fine si capisce che in casa ci sono a malapena due posti, uno deve dormire nella stalla.

Il premier Indiano si offre di andare, Berlusconi ed il premier Turco lo ringraziano e cominciano a spogliarsi.

I due si sistemano nella camera d’ingresso e dopo poco si addormentano.

Passano a mala pena dieci minuti e si sente bussare alla porta:

“Aprite, sono io!” esclama il premier Indiano. Berlusconi e il leader Turco si alzano di soprassalto e aprono la porta:

– “mi spiace, ma non posso dormire nella stalla.

Non sapevo ci fosse una vacca, per noi hindu si tratta di un animale sacro e io non posso dormire la’”. – “Ok, non c’e’ problema, vado io!” dice il premier Turco.

Berlusconi e il premier Indiano lo ringraziano e vanno a dormire.

Passano circa dieci minuti e proprio mentre stanno per crollare si sente nuovamente battere alla porta: – “aprite! aprite! sono io” urla disperato il premier Turco.

Berlusconi scatta ed apre la porta:

– “finalmente per Allah! scusate ma ho scoperto che nella stalla c’e’ un maiale e per noi mussulmani il maiale e’ un essere ripugnante, non posso assolutamente dormire nello stesso posto”.

A questo punto Berlusconi si offre:

– “mi consentano, vado io a dormire nella stalla, quando avevo otto anni…” e comincia un monologo lunghissimo sulle sue esperienze di gioventu’.

Una volta terminato il pistolotto saluta i due compagni di sventura e se ne va a dormire nel pagliaio.

I due premier rimasti nella stanza si accingono ad addormentarsi ma non fanno nemmeno a tempo a spegnere la luce che sentono nuovamente bussare alla porta.

Uno dei due con tono esasperato chiede:ù

– “Chi e’ ?” – “Siamo la vacca e il maiale!”

HAHAHAH ! ! !

Eccone un’altra !

Un dottore al suo paziente ciccione:

“Se tu fai 10 km al giorno per un anno arriverai al tuo peso forma”.

Un anno dopo il paziente telefona al dottore:

“Dottore, ho perso il peso, ma ho un problema”.

“E qual è il problema?”.

“Sono a 3650 Km da casa!”. ahahha

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.