La storia del chirurgo sospeso perchè “troppo bravo per la Calabria”.

Secondo la nota trasmissione di Italia Uno ci sarebbero accuse infondate.

Le Iene hanno raccontato la storia di Giuseppe Brisinda, un chirurgo calabrese rientrato nella sua terra dopo diverse esperienze professionali importanti, tra cui quella al Policlinico Gemelli di Roma.

Il medico è stato sospeso per sei mesi (senza stipendio) dall’Asp di Crotone con accuse che, secondo la trasmissione di Italia Uno, appaiono “fumose”.

Al chirurgo sono stati contestati “interventi chirurgici senza motivazione, procedure oncologiche pericolose per i pazienti, ricoveri impropri, disumanizzazione del rapporto medico-paziente”.

Secondo Le Iene, i numeri sembrano dar ragione al dottor Brisinda: prima del suo arrivo sono stati realizzati 394 interventi, dopo si è arrivati a 1028.

Pochi giorni fa, è avvenuto il reintegro – disposto dal Tribunale di Crotone – ma l’accoglienza è stata tutt’altro che calda, come lo stesso medico ha spiegato a Le Iene: “Mi hanno a malapena salutato”.(Tgcom24)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.