E’ in arrivo una tassa per aiutare gli africani: ecco la folle idea del PD.

Ebbene si, la sinistra ci prova ancora.

Enrico Rossi, governatore della Toscana, nel suo libro sull’accoglienza ha scritto: “È facile dire di aiutare i migranti a casa loro, poi però va fatto davvero e l’Italia è all’ultimo posto”.

Quindi, spiega, aiutiamo aiutiamo chi fugge dalla povertà e dalla guerra, applicando agli italiani un’ulteriore tassazione per i redditi superiori a 100mila euro.

Il ragionamento dell’ex esponente del Pd consiste dunque in un aiuto concreto che passi per una tassa sulle transazioni delle multinazionali e una patrimoniale sui redditi superiori a 100 mila euro.

Nonostante sia molto appoggiato dai renziani, pur essendo entrato a far parte del gruppo degli oppositori dell’ex premier, è improbabile che questi lo seguino sull’imposta patrimoniale.

Intanto Savino, capogruppo di Forza Italia in commissione Politiche della Ue alla Camera, definisce la patrimoniale irricevibile e ritiene che «la sinistra continui a scaricare i suoi errori sulla pelle e anche sulle tasche dei cittadini. La verità è che è stato il governo Renzi a chiedere che tutti i migranti sbarcassero nei porti italiani e ora non sanno più come uscirne e allora ogni giorno ne inventano una. Purtroppo il peggio non è ancora arrivato».

Ma, se si parla di immigrati, non può non intervenire Cècile Kyenge che, a Radio Padova, ha detto: “Aiutiamoli a casa loro? Accogliamoli tutti. Rompiamo l’egoismo degli altri Stati membri, questo è anche il nostro lavoro, di chi risiede nelle istituzioni europee”.

Ma Salvini replica furioso: “La Kyenge vuole accoglierli tutti. Sarà il caldo… Ricoveratela». ↓

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.