10 agosto 1860, massacro di Bronte: contadini fucilati in nome dell’Unità d’Italia.

Bronte è una cittadina in provincia di Catania, situata ai piedi dell’Etna ed è famosa oggi per essere la “capitale del pistacchio”.

Pochi sanno però che durante il periodo unitario è stata teatro di uno dei massacri più feroci della storia, noto come l’Eccidio di Bronte.

Era tra i luoghi più depressi della Sicilia e i contadini affamati, incoraggiati dalla notizia dello sbarco dei Mille decisero di occupare le terre ma la loro ribellione fu repressa dai garibaldini.

Questi fatti, che si svolsero dal 2 al 10 agosto, hanno ispirato Florestano Vancini nel 1972 che mise in scena “Bronte, cronaca di un massacro” mandato in onda dalla Rai una sola volta.(continua)

I contadini occupando le terre reagivano anche ad un caso di assenteismo, poiché i proprietari che erano inglesi non si erano mai visti.

Ma l’Inghilterra era una potente nazione da non farsi nemica, così a reprimere la sommossa fu mandato il meno scrupoloso dei conquistatori garibaldini, ovvero Nino Bixio.

Furono 16 le vittime tra i membri altolocati di Bronte, decine le case incendiate, furono arrestati molti civili con conseguenti condanne a morte e la fucilazione di 5 cittadini.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.