Raglia troppo, l’asinello deve trovare una nuova sistemazione o verrà macellato.

A Torrebelvicino, in provincia di Vicenza, la proprietaria dell’asino Generale ha lanciato un appello su Facebook per salvarlo dalla soppressione.

La sua colpa è quella di ragliare troppo, giorno e notte al punto che un vicino di casa, stanco dei continui rumori, ha segnalato l’animale da soma alle forze dell’ordine.

La sua proprietaria, Caterina Maria Saccardo, ha dato voce attraverso Facebook, per trovargli una nuova sistemazione.(continua)

GENERALE DEVE TROVARE UNA NUOVA CASA

Purtroppo davvero non c’è nulla da fare, il mio vicino, uno di quelli che tiene la legna nel mio recinto, che conosce la mia nuova famiglia da una vita, non ha avuto il coraggio di venirmi a parlare, di dirmi che il mio raglio è proprio insopportabile per lui e la sua famiglia…

E soprattutto non ne ha mai fatto parola con la mia famiglia!!!
Che vigliacco!!!

Purtroppo è sentenziato, sono tanto triste ma qui non posso più stare…

Posso solo dire che vile come l’uomo non conosco altra bestia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.