Blue Whale, il gioco mortale della ‘balena’ arriva in Calabria.

Le questure calabresi hanno lavorato a un’indagine che ha fatto luce su una rete di ragazzi coinvolti nel blu whale, il gioco mortale. 

Una 13enne della provincia di Bari, infatti, sarebbe stata risucchiata nel gioco mortale insieme ad altri minorenni di altre regioni d’Italia compresa la Calabria.

La Polizia di Stato ha ricostruito la vicenda, riuscendo a salvare la 13enne che era arrivata ad un livello già molto avanzato del gioco, al termine del quale è previsto il suicidio.

In chat sono state scoperte foto e annunci di morte. (continua)

La ragazza aveva anche un account “Instagram” dove aveva pubblicato immagini “allarmanti ed angoscianti“, e frasi come “soffro”, “sto male”, “voglio morire”.

I poliziotti, hanno ascoltato la ragazza e accertato che da qualche mese trascorreva molto tempo al telefono cellulare, non usciva, si attardava ad andare a dormire ed era diventata particolarmente taciturna.

Si tratta di tutte ragazze adolescenti tra i 12 e i 15 anni, dal carattere introverso, scarsa vita sociale e che negli ultimi tempi avrebbero manifestato il proprio malessere con gesti di autolesionismo.↓

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.