Mamma fa violentare e uccidere la figlia di 10 anni da 3 uomini contattati su internet . “Mi è piaciuto guardare”

La donna e i 3 stupratori si trovano ora in carcere con l’accusa di omicidio e violenza su un minore.

Dopo aver contattato 3 uomini su internet, la 35enne Michelle Mertens gli ha invitati nel suo appartamento affinché violentassero, la figlia Victoria, di appena 10 anni. In seguito alla violenza, la bambina è stata uccisa e fatta a pezzi.

Mi piaceva guardare mentre la violentavano – ha raccontato la madre – Provavo un vero piacere nell’assistere alla scena”.(continua)

Una scoperta agghiacciante quella della polizia che in seguito all’autopsia ha scoperto che la morte è stata per Victoria l’ultima violenza subita.

La ragazzina è stata drogata con metanfetamine prima di essere violentata da 3 uomini, solo alla fine è stata strangolata.

A rendere la vicenda ancora più spaventosa è stato scoprire il mandante di tale violenza: la madre della giovane vittima.

Michelle infatti avrebbe richiesto che la violenza nei confronti della figlia si consumasse in sua presenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.