Un governo senza vergogna. Tasse rinviate con tanto di interessi. Una forma di ricatto?

Arriva il rinvio delle tasse, ma il governo ti ci mette su un bel tasso d’interesse. Tanto per gradire. Un surplus che i lavoratori italiani dovranno pagare allo Stato per la sua “generosità“.

Varato il Dpcm con cui si rinviano le tasse dal 30 giugno al 20 luglio. Ma, se paghi con un solo giorno di ritardo, arriva una maggiorazione dello 0,40%.

La misura è stata approvata in extremis, ma alla fine ce l’hanno fatta. I giallorossi hanno varato il tanto atteso Dpcm che prevede il rinvio delle imposte. Un provvedimento che di certo non risolverà i problemi dei contribuenti italiani (visto che si tratta di un differimento di appena 20 giorni).

La misura ora è legge. Però dietro tanta benevolenza del potere pubblico si scopre un inghippo. Qualcosa che assomiglia a un inganno. Una forma di “ricatto” dello Stato ai cittadini già dissanguati da tasse e crisi.

loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.