Spezzano le zampe al cucciolo di leone per permettere ai turisti di scattare foto con lui.

Al cucciolo di leone Simba sono state spezzate le Zampe per poter far foto con i turisti.

In Russia un cucciolo di leone è stato vittima ancora una volta della violenza dell’uomo e della sua ossessione verso il profitto economico.

Al cucciolo sono state spezzate le zampe per impedirgli di muoversi durante le visite e le foto con i turisti. I balordi hanno sfruttato il leone tutta l’estate.

 Simba, ribattezzato con il nome di uno dei personaggi del cartone “The Lion King”, ha subito gravi lesioni alla colonna vertebrale che lo hanno reso quasi immobile.

I suoi problemi hanno spinto i torturatori a sbarazzarsene ma dei soccorritori lo hanno salvato.(notizie.it)

loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.