Emilio Fede: “Con 8mila euro al mese non posso vivere. “Devo pagare autista, badante e cameriera.

L’articolo scritto da Fanpage nel 2016 è tornato alla ribalta. Ve lo riportiamo.

Fede si sfogava, lamentando che i suoi 8 mila euro di pensione non gli consentivano di vivere: “Devo pagare autista, badante e cameriera. Ricevo minacce inaudite tutti i giorni, ma a chi mi contesta rispondo di andare fanc**o”. ↓

Le finanze dell’ex direttore del Tg4, dopo i sequestri giudiziari e le parcelle degli avvocati, sarebbero tutt’altro che floride, tanto che i suoi 8mila euro al mese di pensione, cui pure la maggior parte delle persone può solo sognare, non gli basterebbero per vivere.

Alle domande di Cruciani, Fede aveva risposto spiegando di ricevere migliaia di messaggi su whatsapp al giorno con minacce, da parte di persone che lui definisce “I figli dell’orrore”.

loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.