Parolisi, il fratello di Melania: “non gli permetterò di rivedere mia nipote, l’ho cresciuta io e la mia famiglia

Finora, Parolisi ha scontato quasi metà della pena e, come previsto dall’ordinamento italiano, potrebbe beneficiare di misure di reinserimento sociale per buona condotta.

Il fratello della donna, Michele, preoccupato per la nipotina Vittoria, ha accolto con indignazione la notizia. Furioso ha commentato: “Non vedrà la figlia”. Dalla morte della sorella, Michele ha cresciuto con il sostegno dei genitori la figlia di Melania, Vittoria (che all’epoca dei fatti aveva solamente 18 mesi).

L’uomo non crede che l’ex cognato sia cambiato. “Per mia nipote – ha spiegato – noi ci siamo sempre stati e ci saremo”. Per Vittoria, però, non è facile affrontare tutto questo. “L’ergastolo – ha concluso Michele – lo abbiamo preso noi e non lui. Nessuno ci restituirà Melania e adesso,rischiamo di vederlo già fuori”.(bn.com)

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo a notizieuniversali@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.