Liliana Resinovich, le scarpe analizzate confermano che è arrivata a piedi dove è stata trovata morta

Gli esperti hanno analizzato le scarpe che la donna indossava, trovando elementi e tracce che confermano l’ipotesi che abbia raggiunto a piedi il luogo del suo ritrovamento a Trieste.

Le indagini vanno avanti. La donna potrebbe “aver percorso i tratti della via di accesso al sito in cui è stato ritrovato il corpo privo di vita“. Gli esami fanno riferimento ai residui trovati sulle suole delle scarpe della donna. Residui che si ipotizzava fossero compatibili con terreno e luogo del ritrovamento. I risultati confermano questa ipotesi. ↓

La donna ha raggiunto da sola il luogo dove il suo corpo senza vita è stato trovato chiuso in sacchi.
Sembra plausibile che il materiale aderente alle scarpe, sia stato raccolto da Liliana Resinovich sul lastricato pedonale che costeggia l’ultimo tratto di vie Weiss. Prima dell’imbocco al sito di ritrovamento“. ↓

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore o siano viziate da errore, vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.